Skip to Content

Progetto murales

Colori per comunicare/Comunicare con i colori

Soggetti coinvolti

  • Gruppi Giovani della Collina Est di Trento
  • Tavolo Giovani di Zona 
  •  Associazione di volontariato Tremembè

Destinatari

Giovani dai 16 ai 29 anni

Obiettivi

  • Fornire a dei giovani occasione di incontro e di espressione;
  • dimostrare che i giovani sono in grado di esprimere e veicolare idee e valori;
  • facilitare una interazione costruttiva tra il mondo giovanile e la società degli adulti;
  • supportare la capacità dei giovani ad essere protagonisti;
  • coinvolgere gruppi istituzionali, formali e informali del territorio su un tema che responsabilizza la comunità;
  • coinvolgere la cittadinanza sul difficile tema della relazione con i giovani e sul concetto di società educante;
  • stimolare la cittadinanza a riflettere sui vari modi  di realizzare e concepire l’opera d’arte;
  • avviare discussioni sull’identità dei luoghi e sperimentare forme di richiamo per persone esterne al quartiere;
  •  sviluppare occasioni di utilizzo degli spazi pubblici cittadini;
  • migliorare l’immagine del borgo attraverso possibili nuove forme d’arte.

Contesto in cui nasce la proposta

Nell’era moderna, pezzi di periferia di città e sempre più spesso anche i piccoli  e antichi borghi assumono l’aspetto di un territorio abbandonato, disadorno e talvolta degradato. L’abbandono dei vecchi centri abitati, le finanze  che diminuiscono,  i  comportamenti incivili  in aumento, la mancanza di senso civico e di appartenenza sono solo alcuni dei molteplici motivi che portano il nostro territorio ad assumere connotati di degrado e di abbandono. All’interno di questa cornice può diventare interessante introdurre nel territorio elaborati grafico-pittorici di qualità che

cercano di recuperare e valorizzare avvenimenti storici, veicolare messaggi sociali, etici e culturali oppure decorare suggestivamente angoli disadorni, abbandonati o semplicemente poco belli. Dentro questo processo i giovani possono assumere un ruolo importante  e significativo perché sono nella condizione di  raccogliere, con nuova credibilità  e freschezza, questa sfida contro i  processi di globalizzazione che ci vorrebbero tutti consumatori massificati dentro dei “non luoghi”, uguali in ogni dove. Tutto ciò può avvenire anche perché, sul nostro territorio, opera da decenni un istituto d’Arte che forma ed orienta gli  studenti  verso l’educazione estetica. Noi sappiamo che pochissimi studenti diventano artisti, nel senso professionale del termine. Sappiamo però che molti di essi sarebbero in grado di offrire alla propria comunità un valore aggiunto sul piano estetico.

Questo progetto intende gettare un ponte tra i giovani che si sono allenati al gusto estetico e la  città di Trento o perlomeno con un pezzo di essa.  Si può far “vivere” i murales nei quartieri e  collocarli nei luoghi della centralità valorizzandone le potenzialità comunicative e sostenendo questa modalità  come occasione di confronto e avvicinamento tra generazioni. 

Per concludere si intende sottolineare  un ultimo possibile risultato  che auspichiamo: avere un  giovamento rispetto al problema delle scritte sui muri e dei graffiti,  che affligge ogni città e non risparmia nessun quartiere, monumento, palazzo o bene pubblico e culturale. L’idea è che dando spazio a questo linguaggio visivo valorizzandone la qualità potrebbe perdere di forza l’imbrattamento fine a se stesso. Si accentuerebbe anche il senso di appartenenza rispetto alle strutture sollecitato anche dal riconoscimento ufficiale dell’operato.

Descrizione del progetto

Con il presente progetto si intende organizzare  una sorta di concorso di  disegno/murales  a tema a cui  possano partecipare tutti i giovani che pensano di possedere competenze pittoriche

Il tema dell’opera dovrà avere l’obiettivo di  sensibilizzare i ragazzi  ad approfondire il senso di appartenenza con la Comunità e a migliorare il senso estetico del territorio.

Non si esclude, se ce ne sono le condizioni, di realizzare l’opera direttamente su parete.  Nel caso di realizzazione su pannello le opere rimarranno esposte sulle pareti identificate fintanto che la Comunità lo riterrà opportuno o comunque fintanto che  gli elementi atmosferici non ne comprometteranno la fruibilità.

Tutte le opere selezionate saranno esposte, fotografate e inserite  on-line su un  sito internet.

Il giovane che dovrà realizzare l’opera dovrà dimostrare di padroneggiare la tecnica proposta e potrà avvalersi comunque della consulenza e del confronto con un esperto  che accompagnerà le fasi di lavoro.

l numero dei murales dipenderà dagli spazi autorizzati:  si ipotizzano circa 10 opere di grandezza  variabile e conforme agli spazi individuati.

Ai giovani partecipanti verrà consegnato il pannello e il materiale necessario per produrre l’opera. Agli eventuali studenti verrà inoltre rilasciato rilascerà un attestato che potrà valere quale credito in fase di valutazione. 

Attenzione: Per l'edizione 2011 si è pensato di valorizzare la storia dei Canopi. A partire dal 1500 il monte Calisio è stato il crocevia e luogo di lavoro di migliaia di canopi che dalla montagna estraevano il metallo prezioso nonchè il proprio stesso sostentamento. Recuperare usi e costumi di questo importante pezzo di storia potrebbe rivelarsi un'operazione di notevole interesse e spessore culturale.


Qui sotto trovate:

  • un pdf dove sono stati programmati i murales o i pannelli/murales nella Circoscrizione dell'Argentario.
  • gli articoli usciti sulla stampa locale che parlano di questo progetto
Progetto murales
AllegatoDimensione
Book - I luoghi e le misure del concorso.pdf547.54 KB
A Cognola il murale dei Canopi_L'Adige 13-2-2011.pdf368.31 KB
Cognola_Luca Marignoni firma il primo dipinto_Trentino 16-3-2011.jpg68.81 KB
Martignano_Una comunità ancora unita_L'Adige 23-5-2011.pdf360.28 KB
San Donà_I canopi sono soggetti artistici _L'Adige 5-6-2011.pdf376.58 KB
Martignano_Inaugurazione ufficiale dei murales.jpg111.15 KB
Argentario_Giovani artisti per riscoprire l'identità storica.jpg116.96 KB
Montevacino_Un murales per omaggiare i canopi_Trentino 31-8-2011.jpg78.24 KB
Montevaccino_Inaugurazione murales dei Canopi_ L'Adige 31-8-2011.pdf377.09 KB
Montevaccino_Murales d'Arte _Qui Trento 15-9-2011.pdf368.27 KB
Montevaccino_Installati otto medri quadri di Canopo_L'Adige 5-9-2011.pdf357.4 KB
Cognola_Migliaia alla festa del S. Rosario_L'Adige 3-10-2011.pdf347.2 KB